Autore: Editore (Giovanni De Luca)

Home Editore
E fatevi il nome del Padre. Porca Puttana.
Articolo

E fatevi il nome del Padre. Porca Puttana.

MICHELE SERRA “SU REPUBBLICA” ALL’ATTACCO DI MARINA NALESSO, LA CONDUTTRICE “CONFESSIONALE” DEL ‘TG2’ CHE HA AVUTO L’ARDIRE DI APPARIRE CON IL SIMBOLO CRISTIANO AL COLLO: “VA NASCOSTO. IN FRANCIA CONDURRE UN TELEGIORNALE CON UN CROCIFISSO AL COLLO SAREBBE INCONCEPIBILE, FORSE ANCHE UN REATO” . APPENA HA LETTO “FRANCIA” LA PRESA DI POSIZIONE DI DON BASTIANO...

Svolta nelle politiche del lavoro di Fdi. Giovanni De Luca: “Giorgia leader affidabile”
Articolo

Svolta nelle politiche del lavoro di Fdi. Giovanni De Luca: “Giorgia leader affidabile”

LA FAMIGLIA DI FRATELLI D’ITALIA CONTINUA AD ALLARGARSI! Giorgia Meloni si è detta “lieta dell’adesione a Fratelli d’Italia di Elena Donazzan, Assessore Lavoro e Formazione della Regione Veneto, che assume anche l’incarico di responsabile Lavoro e crisi aziendali del partito, a conferma dell’impegno in favore del mondo del lavoro e delle imprese”. Sarebbe l’ennesima adesione...

Lascia un libro, prendi un libro. Interessante iniziativa culturale
Articolo

Lascia un libro, prendi un libro. Interessante iniziativa culturale

​”Lascia un libro, prendi un libro” è un progetto socio culturale, nato su iniziativa del belpassese Giuseppe Rapisarda, dottore in chimica ed ex area manager di una importante multinazionale, con una grandissima passione per i viaggi. Giuseppe, molto sensibile alle tematiche ambientali e di spiccato senso dell’osservazione, attento ai dettagli più reconditi di usi, costumi...

L’Italia muore. Di vecchiaia e povertà
Articolo

L’Italia muore. Di vecchiaia e povertà

La foto dell’Italia su un campione di 36 paesi industrializzati è nitida, esce dal rapporto “Society at a Glance” pubblicato Ocse. L’Italia invecchia e muore, con un numero record di giovani inattivi, con un progressivo aumento dei disoccupati in età avanzata e che non hanno ancora raggiunto il limite pensionabile. Uno stivale con evidenti disparità...

Padova 17 Giugno. Mazzola e Giralucci, ennesima  ferita aperta
Articolo

Padova 17 Giugno. Mazzola e Giralucci, ennesima ferita aperta

Il 17 giugno del 1974, cinque anni prima della morte per omicidio del giovane studente romano Francesco Cecchin, del quale abbiamo scritto ieri, a Padova, ci fu uno dei primi assalti delle allora “sedicenti” Brigate Rosse, presso un edificio sede in città del Movimento Sociale Italiano. Nell’azione ci furono due vittime, entrambe iscritte al partito: Giuseppe...

Musumeci oltre il populismo imbocca la via giusta
Articolo

Musumeci oltre il populismo imbocca la via giusta

“Il soccorso in mare non si deve negare a nessuno – ha detto il Presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci nel corso della manifestazione di Diventerà Bellissima – una cosa è il soccorso, un’altra è l’accoglienza. Non puoi farli vivere in Sicilia se non ci sono prospettive. Quante ragazze si prostituiscono, quanti ragazzi diventano manovalanza...

Rutilio Sermonti. La lezione dell’azione
Articolo

Rutilio Sermonti. La lezione dell’azione

L’esperienza umana che fu detta illuminismo, nata nel secolo XVII come movimento filosofico e sviluppatasi nel XVIII come movimento politico, prodromo a sua volta delle rivoluzioni francese e poi americana che conclusero il Settecento, potrebbe altresì definirsi come quella del “libero pensiero” e delle avventure del medesimo. Chi abbia avuto la pazienza di seguire la...

Per Francesco Cecchin è in preparazione un libro
Articolo

Per Francesco Cecchin è in preparazione un libro

A quaranta anni esatti dall’omicidio Cecchin rimasto impunito, come tanti altri che hanno coinvolto giovani militanti della destra politica negli anni duri dell’isolamento, della persecuzione e della rappresaglia, che portò poi allo spontaneismo armato ed i consequenziali “anni di piombo”, ecco un libro per raccontare Francesco, la sua atroce morte, le inverosimili vicende giudiziarie. “Dopo...

Gioventù Nazionale Taranto, la visione della città ed un grande interrogativo
Articolo

Gioventù Nazionale Taranto, la visione della città ed un grande interrogativo

Un viaggio nelle istituzioni per ricostruire il puzzle dei pro e dei contro sulla produzione di acciaio nell’ex Ilva, incontrando il Prefetto di Taranto, Confindustria, l’Ordine dei Dottori Commercialisti. Secondo Gioventù Nazionale Taranto guidata da Andrea Piepoli, lo stabilimento potrà rimanere attivo se verranno accelerati i lavori di bonifica ambientale, quindi, se lo Stato risarcirà...